Valparaíso, la città dei murales.

Impossibile non notare i colori sgargianti delle case e viste da lontano sembrano un arcobaleno sgargiante.
Valparaíso, la città dei murales.

Valparaíso è una città un po’ hippie, vibrante e colorata con molti giovani con chitarra al seguito. Ogni angolo, con la sua ricchezza di street art, è uno scorcio da fotografare.

Alcuni dei murales di Valparaiso, nascono da sé, altri vengono commissionati dal comune stesso, per abbellire delle zone che altrimenti risulterebbero troppo decadenti. E il risultato è straordinario.

Sono delle vere e proprie opere d’arte, che ti rapiscono, ti fanno fermare ad ogni angolo per osservarne i particolari, capirne il significato, lasciare che ti diano una sensazione.

I murales non è difficile trovarli: basta perdersi per le viuzze dei cerros e ad ogni angolo si verrà sorpresi da una novità.

Non c’è (quasi) muro, scalinata, porta, edificio, angolo che non sia stato dipinto e ripensato. Qui tutto si trasforma in colore, i muri narrano di speranze, raccontano di personaggi e di frammenti di vita di quartiere.

Nel quartiere Bellavista c’è un’area chiamata “Museo a Cielo Abierto”.

In questa zona gli studenti dell’Instituto de Arte, nei primi anni 70, si sono potuti sbizzarrire nel portare la loro arte astratta, creando qualcosa di straordinario, tra murales, lampioni coloratissimi e panchinette pazze. 

Il centro storico è stato inserito nella lista dei Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco.

© 2020 ViaggiRoberto.it - info@viaggiroberto.it - informativa sulla privacy