Salvador de Bahia

Il Candomblé, la fede africana praticata in Brasile.
Salvador de Bahia

Magia e sacralità, fascino e mistero, danza e devozione, santi e orixás… tutto questo è candomblé.

Di origine africana questa religione consiste nel culto degli Orixa, che non sono divinità, ma spiriti, emanazioni del Dio unico, Olorun.

Questo culto è giunta in Brasile dall'Africa, portata da sacerdoti africani e fedeli che erano stati deportati come schiavi.

Quello che accade nel corso di un candomblé  può turbare anche il più ostinato degli scettici.

Io ho assistito a una cerimonia: è molto impressionante.

L’orchestra comincia a suonare e iniziano le danze. I danzatori bevono cachaça fumando sigari.

A un certo momento della cerimonia la sacerdotessa cade in trance.

Poco dopo arriva il momento della possessione: una delle filhas, una negra enorme con la voce rauca viene posseduta da María Menina, una degli orixás.

A un tratto  la sua voce diventa finissima e lei, che a mala pena riusciva a camminare,  comincia a saltellare come una bambina.

Al momento del suo risveglio, la donna non ricordava più nulla.

Sono esperienze che rimangono.

Ho assistito a questa cerimonia a Salvador de Bahia in un  terreiros di Candomblé,  tra i più antichi e tradizionali di Brasile.

L’Ilê Axé Opô Afonjá, fondato nel 1910, è comandato oggi dalla ialorixá Mãe Stella ( foto sotto a destra  ).

© 2020 ViaggiRoberto.it - info@viaggiroberto.it - informativa sulla privacy