La Sfinge, Egitto

La grande Sfinge di Giza è la più grande, la più antica e probabilmente la più famosa statua monumentale in tutto il mondo.
La Sfinge, Egitto

Il monumento,  creato attorno al 2.500 a.C,  probabilmente fu ricavato da un affioramento di roccia durante la costruzione delle Piramidi.

Si pensa che rappresenti il faraone Chefren e sia posta davanti alla sua piramide per proteggerla.

Ha la forma di un leone coricato con la testa di un uomo che indossa il copricapo di un faraone

Gli storici interpretano questa forma mista come una simbolica unione della forza e del dominio di un leone con l’intelligenza di un re.

Oggi la parte più danneggiata del monumento è il volto. La causa non è solamente da attribuire al deterioramento naturale, ma anche all'azione dell'uomo. Infatti il naso è stato completamente rimosso, mentre la bocca e gli occhi sono stati gravemente danneggiati.

Si narra che la Sfinge di Giza custodisse l’ingresso alla città greca di Tebe, e che ponesse un enigma ai viaggiatori per consentire loro il passaggio. L’enigma esatto richiesto dalla Sfinge non è stato specificato dai primi narratori.

 Le ipotesi sulla natura della Sfinge sono numerose e il mistero è ancora profondo: l’incognita di quello sguardo perso fra le sabbie del deserto continua a rappresentare uno degli enigmi più affascinanti dell’egittologia e dell’archeologia in genere.

© 2020 ViaggiRoberto.it - info@viaggiroberto.it - informativa sulla privacy