I papiri egiziani

L’arte di dipingere papiri è molto diffusa in Egitto ed ha origini antichissime.
I papiri egiziani

Il famoso papiro di Hunefer, conservato al British Museum, celebre per i suoi incredibili colori e per la sua simbologia, misura 5,50 metri.

Qui è raffigurata la cerimonia della pesatura del cuore nella «stanza delle due verità» alla quale ogni defunto doveva sottoporsi per poter accedere all'aldilà.

Secondo gli egiziani essa serviva a stabilire la purezza d'animo del defunto: il cuore di Hunefer è posto su un piatto di una bilancia da Anubi, il dio dell'imbalsamazione.

Sull'altro piatto vi è una piuma che rappresenta Maat, simbolo dell’ordine cosmico e della giustizia.

Se il cuore del defunto risulta più pesante della piuma, sarà dato in pasto ad Ammit, il mostro che si trova ai piedi della bilancia.

Ma come mostrano le successive illustrazioni, il cuore dello scriba è più leggero della piuma e supera la prova.

L'ultima scena del papiro mostra un trionfante Hunefer pronto ad accedere all’Aaru, il Paradiso degli antichi egizi.