Algeria

Timgad, la città sepolta sotto la sabbia del deserto algerino con un arco di trionfo romano.
Algeria

Quando nel 1765 lo scozzese James Bruce fece questa scoperta, non immaginava che aveva trovato le rovine del più grande insediamento romano mai costruito nel Nord Africa.

Timgad nacque come centro numidico, in seguito sotto il controllo romano, fu fondata da Traiano nell’anno 100.

Durante il periodo romano, divenne un ricco mercato agricolo, particolarmente fiorente sotto gli imperatori della dinastia Severiana.

Il sito è stato definitivamente abbandonato nell’ VIII  secolo.

La città è stata dimenticata e ricoperta completamente dalla sabbia del Sahara, permettendo così  una eccezionale conservazione. 

L’arco trionfale alto 12 metri, chiamato l’Arco di Traiano, all’estremità occidentale del decumano massimo, è stato parzialmente ristrutturato nel 1900.

L'arco, con il fornice centrale alto 6 m permetteva il passaggio dei veicoli, le cui ruote hanno lasciato profondi solchi sul basolato della via. I fornici laterali alti 3,75 m erano riservati ai pedoni.

La città ha un design originale: la città era un quadrato perfetto, lunga 355 metri di lato, con un disegno ortogonale evidenziato dal decumanus maximus (strada-est-ovest ) e il cardo (strada a nord-sud ).

Il piano era quello di fornire uno spazio per 15.000 abitanti, ma la città divenne rapidamente troppo grande per quel numero e aumentò oltre la griglia ortogonale in modo più libero, ma organizzato.

L'arco, insieme all'intero sito archeologico di Timgad, è stato inserito dal 1982 nella lista dei Patrimoni dell'umanità dell'UNESCO.

video Timgad

© 2020 ViaggiRoberto.it - info@viaggiroberto.it - informativa sulla privacy